Spazio culturale Kihnu

Spazio culturale Kihnu

A ridosso della costa baltica dell'Estonia, le piccole isole di Kihnu e Manija ospitano una comunità di 600 persone le cui espressioni culturali e tradizioni agricole sono state mantenute vive nel corso dei secoli, in gran parte attraverso la popolazione femminile dell'isola.

Tradizioni Kihnu

Gli uomini della comunità di Kihnu hanno preso il mare per cacciare foche e pesci, mentre le donne sono rimaste sulle isole per coltivare e mantenere la casa. Le donne Kihnu sono così diventate le principali custodi delle tradizioni culturali incarnate in numerosi canti, giochi, balli, cerimonie nuziali e artigianato.

Il canto è parte integrante delle attività collettive di artigianato e delle celebrazioni religiose. Particolarmente degno di nota tra il repertorio musicale degli isolani è una tradizione orale di origine precristiana, nota come canzoni runiche o kalevala.

Tradizioni Kihnu estonia

L'emblema più visibile della cultura Kihnu rimane l'artigianato di lana indossato dalle donne della comunità. Lavorando nelle loro case utilizzando telai tradizionali e lana locale, le donne tessono e lavorano a maglia guanti, calze, gonne e camicette, che spesso presentano colori vivaci, strisce vivaci e ricami intricati. Molte delle forme e dei colori simbolici che adornano questi abiti straordinari sono radicati in antiche leggende.

Kihnu Culture Al giorno d'oggi

Dopo la caduta dell'URSS, il la pesca e l'agricoltura dell'isola sono diminuitee il turismo divenne la principale forza economica, sebbene inizialmente non positiva. I turisti si sono guadagnati la reputazione di ubriachi maleducati che traggono vantaggio dalla libertà su un'isola senza una forza di polizia permanente.

All'inizio degli anni 2000, l'atteggiamento degli isolani iniziò a cambiare. Un piano per attirare turisti culturali ha visto risultati rapidi, fornendo un pubblico disponibile per spettacoli folk e un reddito per gli isolani che vendono artigianato o cibo, o affitto alloggio o biciclette. Nel 2002 circa il 40 percento dei residenti di Kihnu dipendeva in parte dal turismo.

Il loro isolamento geografico, il loro forte senso dello spirito di comunità e il loro costante attaccamento alle usanze dei loro antenati hanno permesso al popolo Kihnu di preservare i suoi mestieri e le sue usanze.


lascia un commento

Si prega di notare che i commenti devono essere approvati prima della pubblicazione